Elenco delle sezioni principali del sito:

Residenzialità

girasole

Definisce la metodologia dell’analisi dei bisogni socio-sanitari con riferimento alla domanda di riabilitazione e di residenzialità e i criteri di appropriatezza per l’accesso alle strutture riabilitative residenziali e semiresidenziali per anziani e disabili.

Gestisce la programmazione ed il finanziamento delle unità di offerta residenziali, semiresidenziali e riabilitative per anziani e disabili.

Svolge programmazione, monitoraggio e coordinamento degli interventi residenziali rivolti a specifiche tipologie di utenti (SV e SLA).

Interventi Riabilitativi in strutture socio-sanitarie

Gli interventi riabilitativi sono rivolti a utenti affetti:

  • da minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali dipendenti da qualunque causa
  • a utenti portatori di patologie complesse e/o a decorso cronico che comportino diminuzione dell’autonomia 

Strutture semiresidenziali socio-sanitarie - CENTRI DIURNI per DISABILI (CDD)

I CDD, Centri Diurni per persone con disabilità, sono strutture di tipo semiresidenziale che accolgono durante il giorno persone con disabilitàe sono finalizzati a migliorare la qualità della vita della persona disabile, a promuovere e a sviluppare le potenzilaità residue, favorendo la socializzazione nell’ambito del proprio contesto di vita.

Residenze Sanitario - Assistenziali (RSA)

Le Residenze Sanitario - Assistenziali  ( RSA )  sono strutture socio-sanitarie residenziali di lungodegenza che accolgono persone fragili di età adulta (dai 65 anni)  parzialmente o totalmente non autosufficienti  e  bisognose di assistenza sia in ambito sanitario che per le attività quotidiane.

Interventi residenziali per persone affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) / Malattia del Motoneurone (MdM)

Nell’ambito dei provvedimenti e delle iniziative che Regione Lombardia ha predisposto a sostegno dell’assistenza per i malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) / Malattia delMotoneurone (MdM), è  previsto anche il ricovero a totale carico del Fondo Sanitario Regionale presso le Residenze Sanitario Assistenziali (RSA) quando l’evolversi di queste patologie richieda una risposta assistenziale e sanitaria complessa ed integrata non erogabile al domicilio.

Interventi residenziali per persone in Stato Vegetativo

Per le persone che si trovano nella condizione di stato vegetativo (SV) conseguente ad una grave cerebrolesione acquisita (traumi, ictus ischemici o emorragici ecc…) e che  necessitano per la loro assistenza di particolari cure non erogabili al domicilio, Regione Lombardia ha previsto il ricovero in RSA a totale carico del Fondo Sanitario Regionale.   

CDI - Centri Diurni Integrati

I Centri Diurni Integrati (CDI) sono strutture semi-residenziali diurne che accolgono persone anziane provenienti dal domicilio, residenti in Regione Lombardia, parzialmente o totalmente non autosufficienti, con necessità socio-assistenziali e capacità residue da sviluppare.

Residenza Sanitario Assistenziale per Persone Disabili (RSD)

Le Residenze sanitario-assistenziali per Disabili (RSD) sono strutture di lungodegenza che accolgono persone  con disabilità congenita o acquisita  di età adulta mediamente compresa tra i 18 e i 65 anni, parzialmente o totalmente non autosufficienti, non assistibili a domicilio e bisognose di assistenza continua.

Residenzialità per minori con gravissime disabilità

Questa misura prevede una presa in carico sociosanitaria del minore affetto da gravissima disabilità, che verrà ospitato in una struttura residenziale adeguata ai suoi bisogni e caratterizzata da dimensioni e accoglienza di tipo familiare. Al fine di realizzare la presa in carico complessiva del nucleo familiare, la misura prevede interventi che pongono attenzione anche agli aspetti affettivi e alla relazione con i genitori.

Ulteriori risorse: