Elenco delle sezioni principali del sito:

DOMANDA PER LA MISURA B1 PER PERSONE IN STATO VEGETATIVO

ai sensi della Delibera della Giunta Regionale Lombardia n°  4249 del 30/10/2015

 

 

LE PERSONE CHE GIA' PERCEPIVANO IL BUONO DA € 1.000 (DGR 2655)  VERRANNO CONTATTATE DIRETTAMENTE DAI DISTRETTI DI RESIDENZA, CHE SPIEGHERANNO LE MODALITA' PER LA PROSECUZIONE DEL BUONO. NON DEVONO PERTANTO PRESENTARE LA MODULISTICA DESCRITTA IN QUESTA PAGINA. PER OGNI INFORMAZIONI POSSONO RIVOLGERSI AI PUNTI FRAGILITA' DEL DISTRETTO DI RESIDENZA

L’indirizzo e i contatti dei “Punti Fragilità” si trovano qui

Per conoscere il suo Distretto di residenza, clicca qui

 

 

PRESENTAZIONE DI NUOVE DOMANDE

 

Chi può presentare la domanda

Hanno diritto alla misura B1 le persone in dipendenza vitale, che siano residenti nel territorio di ATS Milano Città Metropolitana, nei Comuni di Milano, Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano, Cusano Milanino e che vengano assistite al proprio domicilio.

La Domanda per persone in STATO VEGETATIVO può essere presentata da:

  • Il tutore
  • Il curatore
  • L’amministratore di sostegno
  • Il procuratore (se la procura lo prevede)
  • Nel caso in cui la persona in STATO VEGETATIVO non abbia tutore/curatore/amministratore di sostegno/procuratore:
    • Il coniuge o, in sua assenza, il figlio o, in mancanza di questi, altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado (N.B. in questo caso è necessario rendere una dichiarazione ai sensi dell’art. 4 D.P.R. 445/2000, compilando il modello 1 di fronte ad un pubblico ufficiale)
  • Nel caso in cui la persona in STATO VEGETATIVO sia un minore:
    • Il genitore/i genitori

 

Cosa allegare alla domanda

 

Alla Domanda per persone in STATO VEGETATIVO  vanno allegati:

  1. Certificazione medica specialistica comprovante la diagnosi di Stato Vegetativo, in cui si esplicita:
    • La data di “prima diagnosi”
    • L’attuale situazione clinico-funzionale
  2. Certificazione di Stato Vegetativo a firma del medico curante (Medico di Medicina Generale o specialista di Struttura accreditata pubblica o privata), secondo il modello 3_Stato Vegetativo, non più vecchia di tre mesi
  3. Copia del documento d’identità e del codice fiscale della persona in Stato Vegetativo
  4. Copia del documento di identità del dichiarante: in caso di potestà genitoriale congiunta deve essere prodotta da entrambi i genitori
  5. In caso di cittadino non comunitario copia permesso di soggiorno in corso di validità
  6. Nel caso in cui la persona in STATO VEGETATIVO non abbia tutore/curatore/amministratore di sostegno e dunque la domanda viene presentata dal coniuge o, in sua assenza, figlio o, in mancanza di questi, altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado: dichiarazione ai sensi dell’art. 4 D.P.R. 445/2000, compilato di fronte a Pubblico Ufficiale (modello 1);
  7. Eventuale atto di procura generale notarile, qualora necessario

 

Come consegnare la domanda

 

Per ogni necessità o chiarimento si può rivolgere ai “Punti fragilità” del suo Distretto di residenza.

La domanda va consegnata di persona al Punto Fragilità del Distretto di Residenza

L’indirizzo e i contatti dei “Punti Fragilità” si trovano qui

Per conoscere il suo Distretto di residenza, clicchi qui

 

 

SOSPENSIONE E CESSAZIONE DEL BUONO MENSILE PER PERSONE IN STATO VEGETATIVO

 

Hanno diritto alla misura B1 le persone in dipendenza vitale, che siano residenti nel territorio di ATS Milano Città Metropolitana, nei Comuni di Milano, Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Cinisello Balsamo, Bresso, Cormano, Cusano Milanino e che vengano assistite al proprio domicilio.

È quindi obbligatorio comunicare tempestivamente qualunque evento modifichi queste condizioni e  porti dunque ad una sospensione o ad una cessazione del buono mensile, ovvero:

Per quanto riguarda il Buono mensile, questo viene sospeso/interrotto nel caso in cui vi sia: 

  • accoglienza definitiva presso Unità d’offerta residenziali socio sanitarie (es. RSA, RSD, CSS, Hospice);
  • ricovero di sollievo nel caso in cui il costo del ricovero sia a totale carico del Fondo Sanitario Regionale;
  • inserimento in Unità d’offerta semiresidenziali socio sanitarie (es. CDD, CDI, riabilitazione in diurno continuo).

 

E’ quindi necessario comunicare alla ATS qualunque fatto che implichi la sospensione o l’interruzione del buono mensile ovvero:

  • qualunque fatto che implichi l’assenza dal domicilio, temporanea o definitiva, della persona beneficiaria
  • trasferimento di residenza
  • inserimento in Unità d’offerta semiresidenziali socio sanitarie (es. CDD, CDI, riabilitazione in diurno continuo)
  • ricovero di sollievo con costi a carico totale del Fondo Sanitario Regionale
  • ricovero presso Unità d’offerta residenziali socio sanitarie (es. RSA, RSD, CSS, Hospice)
  • decesso

 

Come comunicarlo

 

Inviare tramite mail o fax comunicazione dell’evento che modifica le condizioni di erogazione della misura B1 ad un Punto Fragilità del Distretto di propria residenza

L’indirizzo e i contatti dei “Punti Fragilità” si trovano qui

Per conoscere il suo Distretto di residenza, clicchi qui

 

 

Modulistica

Domanda per persone in STATO VEGETATIVO 

Modello 1

Modello 3_STATO VEGETATIVO

Informativa sulla privacy

ultima modifica 06 luglio 2016
Ulteriori risorse: