Elenco delle sezioni principali del sito:

Informazioni utili per i visitatori di EXPO 2015

 

 La sorveglianza al tempo di

L’evento EXPO, con oltre 20 milioni di visitatori attesi provenienti da ogni parte del mondo, rappresenta una sfida per il sistema sanitario regionale e in particolare per i servizi che si occupano di prevenzione.

"Gli eventi di massa costituiscono uno stress test per la salute pubblica. Le folle e le infrastrutture, che le ospitano, possono essere un ambiente ideale per le epidemie" ha dichiarato Margaret Chan, direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La predisposizione dei piani di risposta, non solo alle eventuali emergenze infettive, ma a tutte le problematiche di sicurezza negli ambienti di lavoro e di vita connesse con EXPO ha richiesto un lungo lavoro di analisi dei punti critici, di revisione delle procedure operative, di potenziamento delle attività di controllo e di formazione che è stato condotto dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASL Milano in collaborazione con la ASL Mi 1 con la regia di Regione Lombardia.

Prevenzione degli infortuni sul lavoro, delle malattie a trasmissione alimentare e delle altre infezioni soggette a sorveglianza speciale in relazione all’evento, salubrità degli ambienti e delle strutture ricettive, un’attenzione particolare alle malattie a trasmissione sessuale: sono queste le priorità individuate e che saranno approfondite all’interno di questo numero del MIAMI.

La prevenzione, insieme alla rete sanitaria del territorio e ospedaliera, è pronta per contribuire a garantire ai visitatori di EXPO un soggiorno sicuro e in salute.

Clicca sulle immagini successive per avere maggiori informazioni su alcuni argomenti che potrebbero interessarti...

Topi: tutti possono dare il loro contributo

SCARICA QUI la guida completa proposta da ASL Milano

 Ultime notizie

Entrano e si nutrono gratis in EXPO

Sicuramente non si sta parlando di visitatori birichini o dei soliti privilegiati, ma delle zanzare che rovinano con la loro presenza i nostri ingressi serotini ad Expo.

La lotta contro questo inconveniente, favorito dal contesto ambientale che circonda l’area espositiva, dalle luci e dalla presenza umana, ogni giorno si affina sempre di più con ingenti sforzi  dell’organizzazione e di tutti coloro che collaborano.

Per fortuna i monitoraggi eseguiti permettono al momento di escludere la presenza di zanzara tigre (Aedes albopictus), mentre è stata rinvenuta la presenza di larve e forme adulte di Culex spp.

Che fare? Se volete godervi senza troppi fastidi la vostra serata ad Expo non dimenticate di munirvi di agenti repellenti e di tutti quei presidi che il farmacista saprà consigliarvi. Intanto, la lotta alle zanzare continua.

Ulteriori risorse: