Elenco delle sezioni principali del sito:

Tempi di attesa delle Strutture Accreditate per le prestazioni ambulatoriali

Per tempo di attesa si intende il periodo che intercorre tra la data di prenotazione e la data di effettuazione delle prestazioni.

In questa sezione sono disponibili, per il cittadino, le informazioni riferite ai tempi di attesa delle più frequenti prestazioni diagnostiche e visite specialistiche che, per la loro possibile criticità di accesso, sono anche oggetto di specifico monitoraggio di Regione Lombardia.

E’ possibile effettuare la ricerca per territorio (distretto), tipologia di prestazione o per struttura erogatrice, in modo da visualizzare la scheda con tutte le informazioni

L’aggiornamento avviene almeno mensilmente e comunque ogni qualvolta si verifichino variazioni significative rispetto a quanto pubblicato, e sotto la completa responsabilità, degli stessi Erogatori.






L’informazione si riferisce al tempo medio di attesa per l’erogazione di prestazioni ambulatoriali con priorità D = differibile

Il Medico prescrittore ha sempre l’obbligo di indicare sulla impegnativa la classe di priorità, attribuita sulla base dell’esigenza clinica, secondo le modalità individuate dalla normativa:

  • U (urgenza differibile): entro 72 ore
    prestazioni la cui tempestiva esecuzione condiziona in un arco di tempo molto breve la prognosi a breve del paziente o influenza marcatamente il dolore, la disfunzione o la disabilità. A tale prescrizioni dovrà inoltre essere apposto il "bollino verde". Devono essere prenotate entro le 48 ore dalla data di prescrizione.

  • B (Breve): entro 10 giorni
    per prestazioni situazioni passibili di aggravamento in tempi brevi;

  • D = Differibile - entro 30 giorni per le visite ed entro 60 giorni per le prestazioni strumentali
    per prestazioni di prima diagnosi la cui tempestiva esecuzione non condiziona in un arco di tempo molto breve la prognosi a breve del paziente

  • P = Programmata - da erogarsi in un arco temporale maggiore e comunque entro le tempistiche indicate dal prescrittore
    prestazione che può essere programmata in un maggiore arco di tempo in quanto non influenza la prognosi, il dolore, la disfunzione, la disabilità o in quanto rappresenta un accesso di follow up. Alle prestazioni verrà assegnato il primo posto disponibile in agenda

Sono escluse dai tempi di garanzia le visite e le prestazioni strumentali di controllo, gli screening programmati, gli esami di monitoraggio o le prestazioni comprese in percorsi diagnostici complessi.

Il tempo previsto dalla classe di priorità decorre dal momento in cui il paziente richiede la prestazione.

Ulteriori risorse: