Elenco delle sezioni principali del sito:

INABILITA' LAVORO PROFICUO - Inidoneità e malattia

INIDONEITA' ALLE MANSIONI SPECIFICHE
Il Collegio Medico dell’A.S.L. viene chiamato in causa impropriamente nei casi di richieste di accertamenti sanitari di idoneità alle mansioni specifiche non finalizzati alla richiesta di trattamenti pensionistici.

Pertanto tale richiesta va inoltrata ad una Struttura Sanitaria Pubblica (es. Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro, Servizio P.S.A.L. dell’Azienda Sanitaria Locale) per i lavoratori non soggetti all’obbligo di sorveglianza sanitaria.

Per i lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria invece, il giudizio di idoneità va richiesto al medico competente, ai sensi del D. Lgs. n. 626/94.

L’eventuale richiesta di accertamento dell’idoneità fisica, ai sensi dell’art. 5 comma 3, Legge 300/70, va invece indirizzata al Servizio P.S.A.L. (Servizio centrale con sede in Via Canzio, 18 – tel. 8578.9370-9372-9373).

 
INIDONEITA' TEMPORANEA
Relativamente ai giudizi di inidoneità temporanea (parziale o totale) formulati dal Collegio medico, si ricorda che, alla scadenza del periodo di inidoneità, prima di adibire il dipendete all’attività lavorativa specifica, è opportuno che il datore di lavoro richieda al Collegio medico un ulteriore accertamento di idoneità. Si suggerisce quindi, in tali casi, di inviare le richieste con congruo anticipo (almeno di un mese) per consentire la programmazione delle visite nel rispetto delle scadenze.

 
CONCESSIONE ULTERIORE PERIODO DI MALATTIA 
Si ricorda inoltre che il Collegio Medico della Asl di Milano esprime un giudizio anche in ordine alle richieste di concessione di ulteriori 18 mesi di malattia non retribuiti “in casi particolarmente gravi”, così come previsto dai CCNL.

Anche in tali casi la visita è finalizzata ad accertare la sussistenza di eventuali cause di inabilità assoluta e permanente a svolgere qualsiasi proficuo lavoro.

ultima modifica 26 marzo 2012
Ulteriori risorse: